Oltre l’orizzonte – Mostra personale di Tatsunori KanÅ?

cartolina_web

 

La mostra di Tatsunori KanÅ?, decease Oltre l’orizzonte, arriva sabato 7 maggio alle ore 19.00 presso la galleria Nelumbo – asian fine arts- di Bologna, continuando un itinerario di appuntamenti espositivi, fra Faenza Bologna e Ferrara. Una serie di incontri con il pubblico sull’intrecciarsi della tradizione artistica giapponese con quella italiana, laboratori con adulti e bambini, completano lo scambio e guidano oltre l’orizzonte.

Ad un primo rapido sguardo, l’opera di Tatsunori KanÅ? può trarre in inganno l’osservatore distratto e alla ricerca di facili accostamenti, facendogli pensare all’action painting [...]. Al contrario, dal mio punto di vista, il lavoro di KanÅ?, per cui nutro una profonda ammirazione, non ha nulla di casuale poiché presuppone una visione chiara, netta, del risultato finale, ancor prima che l’artista abbia intinto il pennello nel colore. Osservando con attenzione le sue opere in occasione di una visita al suo atelier,
ho colto un forte legame con la tradizione artistica dell’Asia Orientale. Ho avuto l’impressione che, come il pittore cinese classico prima di disegnare e rendere l’essenza del crisantemo, il suo nobile portamento e la sua inebriante fragranza, sgombera mente e spirito al fine di far nascere dentro di sé l’idea compiuta del fiore, così KanÅ? faccia il vuoto dentro sé stesso, lasciando che la sua visione artistica più pura assuma gradualmente una forma, filtrata attraverso le proprie percezioni, per poi conferirle concretezza con un gesto preciso, ponderato, studiato, che non prevede alcuna esitazione. [...]
Manuela Moscatiello
Centro Studi d’Arte Estremo-Orientale

Tatsunori KanÅ? è nato a Hiroshima, Giappone, nel 1954.
Terminati gli studi alla Nihon University of Fine Art di Tokyo e specializzatosi in pittura nel 1977, inizia la sua carriera artistica ed espone nel gruppo Kokugakai.
Attratto dalla storia dell’arte occidentale, vince nel 1980 una borsa di studio del Governo italiano, e si trasferisce in Europa. Visita i principali musei e ne studia al vivo i capolavori. Si stabilisce a Bologna, qui frequenta e si diploma nel 1985 all’Accademia di Belle Arti, avvicinando così la vita artistica italiana.
Da quegli anni ad oggi è intensa la sua attività espositiva in Italia e all’estero. Molte e significative le mostre personali, e molte le personalità della cultura che incontra.

Sabato 20 maggio l’artista svolgerà una performance pensata appositamente per il giardino della Nelumbo che avrà luogo alle ore 19.30 con la partecipazione del liutaio e violinista Alessandro Urso.

La mostra è visitabile il mercoledì dalle 16 alle 19 e su appuntamento

Share
"); }); }; jQuery(window).load(function(){ var $single_gallery_thumb = jQuery('.gallery-thumb'); et_cycle_integration(); if ($single_gallery_thumb.length) { var single_gallery_thumb = $single_gallery_thumb.width(), offset = single_gallery_thumb-434; if ( offset